mercoledì 18 gennaio 2017

Jack il diavolo a molla, una storia di coraggio e crudeltà, di Philip Pullman. Recensione.


Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Philip Pullman è già autore di uno dei miei libri preferiti di sempre, La bussola d'oro. In questo Jack il diavolo a molla, però, il respiro è ben diverso: non si tratta di una lunga trilogia come per il suo capolavoro Queste oscure materie, ma di un romanzo breve. E, mentre Queste oscure materie era sì una storia per ragazzi ma con molti elementi che la rendevano gradita anche agli adulti (come le migliori storie per ragazzi sanno fare), in questo caso si tratta proprio solo di una storia per ragazzini, senza nessun sottinteso o risvolto particolare.

Anche la trama è abbastanza classica: tre ragazzini nella Londra di fine '800 che fuggono da un orfanatrofio i cui responsabili sono degli avidi aguzzini come si vedono, appunto, solo nelle storie per ragazzi. Nella loro fuga rocambolesca vengono aiutati da Jack il diavolo a molla, un vero e proprio Batman vittoriano: un eroe che aiuta la gente e affronta i malvagi contando sul terrore che incute con il suo aspetto spaventoso e su alcuni gadget come appunto gli stivali a molla.

giovedì 5 gennaio 2017

I migliori picchiaduro a scorrimento

picchiaduro a scorrimento


Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Feci già un post sull'argomento in passato, ma ho deciso di riprenderlo e ampliarlo, facendone una sorta di classifica personale, da quello che mi è piaciuto di meno a quello che mi è piaciuto di più.
Sì, non mi stancherò mai di giocare a questi giochi. Che volete farci, sono vecchio, vivo nel passato.

Questi che trovetere di seguito sono i più belli tra i beat'em up a scorrimento orizzontale che ho giocato, almeno secondo me. E ribadisco secondo me.
La classifica tiene conto dei miei gusti personali, che per lo più sono basati su quanto mi sono divertito a giocarci, senza considerare l'importanza "storica" dei vari titoli. E'è la ragione per la quale, ad esempio, trovate Final Fight 3 e non il primo, e per cui non ci sono nè Vendetta nè Double Dragon (non mi piacciono, tutto lì. Classifica mia, decido io. Se avessi voluto fare una classifica dei giochi più "importanti" sarebbe stata diversa). Per Golden Axe il discorso è un po' differente: visto che sono un grandissimo fan del gioco, ho già pronto un post speciale dedicato appositamente a questa saga, ma ho preferito non inserirla in classifica perché l'effetto nostalgia avrebbe avuto la meglio.
Sentitevi comunque liberi di segnalarmi titoli che potrei essermi perso, che sul MAME ne gira un fottio tale che mica li avrò provati tutti.
Inoltre, in questo post si parla di retrogames. Roba vecchia. Anni '90, per lo più. Per le rivisitazioni moderne, magari un'altra volta.

Specifico che si parla di giochi originali, non di versioni hack nè di remake realizzati con OpenBOR. Tra l'altro, vi segnalo la mia personale classifica dei migliori giochi OpenBOR (prima parte) e migliori giochi OpenBOR (seconda parte).

mercoledì 28 dicembre 2016

Strane Visioni. Il meglio dei racconti del Premio Hypnos


Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Finiamo l'anno in bellezza.
La casa editrice Edizioni Hypnos ripubblica il mio racconto Speranza Perduta, già  presente nella raccolta Diario dell'amnesia insieme ad altri tre racconti scritti da me, e anche (in una versione precedente e diversa) tra i racconti legati all'ambientazione della round robin 2 Minuti a Mezzanotte.
L'occasione è il volume Strane Visioni. Il meglio dei racconti del premio Hypnos, che raccoglie diciotto racconti delle voci più interessanti del weird italiano.

Ecco l'elenco di titoli e autori presenti nella raccolta:

martedì 20 dicembre 2016

Superior, di Mark Millar e Leinil Yu - recensione.

Superior Mark millar recensioneSalve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Superior è una miniserie in sei numeri del 2010, scritta da Mark Millar e disegnata da Leinil Yu.

Millar ci riprova con la sua “decostruzione del mito del supereroe”. In Wanted un giovane qualunque scopriva di avere la stoffa del supercattivo e veniva ammesso in un'organizzazione di supercattivi che aveva spazzato via dal mondo i supereroi, divenendone i padroni. In Kick-Ass e nei suoi due seguiti (che trovate recensiti qui), un ragazzino decide di imitare i personaggi dei suoi amati fumetti e diventa un vigilante mascherato, senza averne le potenzialità. In 1985 i personaggi della Marvel trovano una breccia per accedere al mondo reale. In Nemesis, un fumetto peraltro piuttosto brutto, in un mondo simile a quello reale compare un supercattivo, e nessuno sembra in grado di fermarlo. In Supercrooks mette insieme una squadra di supercattivi per un colpo alla maniera di Ocean's Eleven.
Su questo blog trovate poi anche la recensione di Red Son, a mio parere il capolavoro di Millar, che però non appartiene a questo brand (che lui ha denominato Millarworld) e che ipotizza cosa sarebbe successo se la capsula di Superman fosse caduta in Russia negli anni 50 invece che in America.

mercoledì 14 dicembre 2016

Jurassic World, recensione

recensioneSalve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Sapete cosa manca a Jurassic world? Manca la magia. Quella magia che si vede negli occhi di un bambino che per la  prima volta vede un dinosauro. Uno vero! Vivo! Una creatura che hai sempre solo potuto sognare, che prende forma davanti a te!
Questo, manca. In gergo, noi scrittori che c'è la tiriamo lo chiamiamo sense of wonder. Il senso del meraviglioso. La prima parte di Jurassic park ne era pregna.

È interessante però come gli autori del film si siano resi conto che non sarebbero più riusciti a ricreare quelle atmosfere, ed entri quindi in gioco una sorta di racconto metacinematografico: la trama ci dice come i gestori del parco si siano accorti che i clienti non rimangano più a bocca aperta, ora che i dinosauri sono diventati una cosa normale. Al punto che devono inventarsene uno nuovo, per incrementare il fattore wow, come lo chiamano nel film. Più grosso, più cattivo, con più denti. Questa è Hollywood oggi.

giovedì 1 dicembre 2016

Pescatore di stelle, di Clifford D. Simak - Recensione

Pescatore di stelle - Clifford Simak. recensioneSalve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Pescatore di stelle è un libro di Clifford D. Simak del 1961 (Time is the simplest thing). Fantascienza, ovviamente.

La trama:

Nel futuro l'uomo scoprirà, con suo rammarico, di non avere la possibilità di raggiungere le stelle. Troppe le difficoltà, troppi i pericoli, troppe le vite sacrificate senza ottenere risultati.
Ma un manipolo di testardi avrà un'idea rivoluzionaria: riscoprire le antiche usanze dimenticate e disprezzate, la magia, esaminandole alla luce della scienza.
Verranno così alla luce i poteri paranormali, telepatia, telecinesi e quant'altro, che nell'antichità erano stati scambiati per magia.
Nasce l'Amo, una struttura dalla quale i "para" in grado di proiettare la loro mente fuori dal corpo si lanciano nell'esplorazione dello spazio, spingendo le loro percezioni su pianeti lontani, senza nessun limite, registrando tutto ciò che vedono.
Con il ritorno del paranormale, però, ritorna anche l'antica paura. Le superstizioni dominano la vita della gente comune, vita profondamente condizionata dalla paura. Non solo amuleti appesi alle porte e il terrore atavico di trovarsi all'aperto di notte, ma anche un puro odio verso quelli che agli occhi della gente non sono niente di diverso da streghe e licantropi.

venerdì 18 novembre 2016

lo smartphone Altroconsumo: recensione e suggerimenti


Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Probabilmente già saprete dell'ultima iniziativa dell'associazione Altroconsumo: al prezzo di due euro si possono avere quattro numeri della rivista e uno smartphone in regalo. Allo scadere dei due mesi di prova se non si dice nulla si continua a ricevere la rivista e viene applicato il prezzo pieno (avendo così anche accesso ai servizi di Altroconsumo, che comunque è un'associazione consumatori, quindi assistenza legale e cose del genere), in alternativa si può disdire il tutto tramite i moduli per i contatti che trovate sul sito pagando solo i due euro iniziali.

In pratica, uno smartphone a due euro.
Io l'ho fatto. Due volte, uno per me e uno per i miei. Il mio è addirittura stato spedito dopo che ormai avevo disattivato l'abbonamento perché erano passati i due mesi.

Ma com'è questo smartphone?

mercoledì 9 novembre 2016

Snowpiercer - Transperceneige: Terminus. Recensione del seguito di Snowpiercer

snowpiercer 2 recensione
Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Forse ricordate che in questa sede abbiamo già parlato di Snowpiercer - Transperceneige, sia del fumetto che del film che ne è stato tratto, e precisamente a questo link.

Alla fine dell'anno scorso la Cosmo ha pubblicato il seguito di quel primo volume, composto da due numeri intitolati rispettivamente Terminus e Terminus - La conclusione, stavolta per fortuna mantenendo i colori originali.

Proseguono le avventure dei personaggi che abbiamo imparato a conoscere in Snowpiercer, che stavolta scendono dal treno. Sì perché, a differenza di quanto si è visto nel film, il treno in questione qui non è costretto a girare sempre sullo stesso binario, ma anzi può muoversi piuttosto liberamente su ogni tratta possibile (e qualcuna anche abbastanza surreale: trovano un'installazione sepolta sotto decine di metri di neve... eppure i binari su cui viaggiano sono in superficie).
Dicevamo, appunto, che durante un'esplorazione dell'area circostante al treno tre esploratori trovano un'installazione sepolta sotto la neve, dove c'è corrente e calore. Portano quindi il treno nella stazione di questo luogo misterioso, e scendono. Ci mettono poco a scoprire che l'installazione, un qualcosa a metà tra un parco di divertimenti e un centro di ricerca, è abitato.
Gli abitanti, che non si tolgono mai delle maschere da topo, offrono ai superstiti dello Snowpiercer il loro aiuto, ma che nascondano qualcosa è a dir poco evidente...

venerdì 4 novembre 2016

Slaps And Beans, il videogioco ufficiale di Bud Spencer E Terence Hill su Kickstarter!

Slap & beans

Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Solo settimana scorsa vi ho parlato di un interessante retrogame in attesa di fondi su Kickstarter, e oggi facciamo il bis con un progetto che non può non vedere la luce!

Si tratta di un picchiaduro a scorrimento in stile 16 bit anni '90, con protagonisti Bud Spencer e Terence Hill!

La storia non è chiarissima. Ho trovato tempo fa in rete una demo giocabile intitolata Schiaffi&fagioli, prodotta dal gruppo lochiamavanotriniteam. Era un progetto non ufficiale nato come tributo alla grande coppia del cinema italiano. Per un po' non se ne è più saputo nulla, poi ultimamente è uscito su kickstarter questo progetto, accreditato ufficialmente sul sito di Bud Spencer, a cura del Trinity Team. Sono sicuramente gli stessi, comunque.

venerdì 28 ottobre 2016

Mastema out of Hell


videogame retrogames

Salve a tutti, è Il moro che vi parla!

Oggi vediamo non un gioco intero, ma un progetto ancora in fase di preparazione, attualmente in attesa di fondi su Kickstarter.

Mastema Out Of Hell è (sarà) realizzato interamente dall'italiano Oscar Celestini, il cui lavoro principale è il disegno. Questo è il suo sito e questa la sua pagina su DevantArt (dove tra l'altro si possono trovare anche molti schizzi preparatori per questo gioco).

E' già autore anche di diversi videogiochi in stile retrogames per Android e PC, li potete trovare sulla sua pagina di sviluppatore su Google Play o sul sito apposito che ha creato.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
;